Azione Cattolica Baone

Vicariato di Este – Diocesi di Padova

Il 2 settembre per la nostra comunità di Baone sarà una giornata molto importante, forse epocale. Assieme alle comunità di Calaone e di Valle s.Giorgio verrà dato il via ufficiale all’unità pastorale.

Sicuramente i primi momenti non saranno facili, viste le forti identità di queste parrocchie e il rischio che il campanilismo prevalga sulla voglia e l’esigenza di crescere e camminare assieme è tanto.

Un ruolo importante lo avranno i consigli pastorali, che dovranno fare veramente i consigli pastorali, con l’attenzione vera, profonda verso le varie “membra” di queste comunità, che con le loro risorse , la loro originalità , contribuisono a farle cresce e camminare verso quella meta che è Cristo…che è la santità.

Ruolo altrettanto fondamentale sarà quella del parroco moderatore…e speriamo sia un parroco alla “Prandelli”, che abbia il coraggio di dire..”Siamo un Paese vecchio, con tante cose da cambiare”…siamo parrocchie con una mentalità vecchia…da cambiare…”

A tal proposito voglio  condividere con tutti voi questa riflessione di un nostro prete padovano, uno di quelli che parla chiaro, sincero…di quelli che non farà mai “carriera”…

..che sia di buon auspicio per questa novità che a giorni “sconvolgerà” ( positivamente) il nostro essere comunità.

http://www.sullastradadiemmaus.it/pensiero-creativo/1453-prandelli-il-mister-che-la-chiesa-non-assumerebbe-mai.html

Marco – Presidente Azione Cattolica Baone

 

NEL GIORNO DOPO IL SABATO… (Gv. 20,1)

“Nel giorno dopo il sabato, Maria di Magdala si recò al sepolcro di buon mattino, quand’era ancora buio, e vide che la pietra era stata ribaltata dal sepolcro.”…(Gv 20,1)

Pasqua è la festa dei macigni rotolati via dall’imboccatura del cuore e dell’anima. E ne usciamo pronti alla primavera di rapporti nuovi, trascinati in alto dal Cristo risorgente.

Pasqua è la suprema avventura della storia. E ci chiama a celebrare ad occhi aperti l’immensa migrazione degli uomini verso la vita. Ci chiama ad alzarci, a misurarci nel duello di vita e morte, disperazione e speranza, che si combatte in noi.

Se io comincio a pensare che nella profondità della materia, in me, nelle parti oscure del mio essere è discesa la luce divina per illuminarmi, per risuscitare amore e bellezza, allora anch’io posso dire di essere nella Pasqua ciò che il Credo dice di Cristo, anch’io sono “luce da luce”. In me e in ciascuno, nel santo e nel peccatore, nel ricco e nell’ultimo immigrato, nella vittima e perfino nel carnefice c’è il Cristo risorgente, qui e ora risorgente, che trascina verso l’alto, come un fiume di luce, tutte le cose, fino a che sarà tutto in tutti. Che già trascina i discepoli: “Correvano insieme Pietro e Giovanni, ma l’altro discepolo corse più veloce di Pietro.”

Giovanni, il discepolo che Gesù amava, arriva per primo a capire il significato della risurrezione. Proprio perché il lasciarsi amare da Dio, accogliere l’amore, questo amore passivo, è gravido delle rivelazioni più alte. Allora, in questo giorno, amami tu, Signore. Anche se non sono amabile, anche se sono povero e ti amo poco, anche se non lo merito, amami tu, Signore. Quando non ho voglia di amarti, quando ho paura e fuggo, quando nessuno mi ama, amami tu Signore. E correrò, come Giovanni; mi volterò verso di te, come Maria; brucerà il cuore, come ai due di Emmaus. Amami tu, Signore. E sarà Pasqua.

 

Domenica 22 gennaio 2012, Istituto Manfredini (Este).
Accoglienza dalle 8.30 e inizio alle 9.00, con attività per tutta la famiglia e approfondimenti in stile AC suddivisi per età (ACR, giovanissimi, giovani e adulti).

Alle 12.30 pranzo tutti assieme con pastasciutta offerta e secondo al sacco.

Nel pomeriggio confronto, un grande spettacolo, e conclusione alle 16.00 con la S.Messa.

Nella mattinata sarà attiva anche l’animazione per i piccolissimi dai 3 ai 6 anni.

Contributo spese: adulti 3 euro, bambini 2 euro.


Aspettiamo numerose le vostre famiglie…e pure i vostri amici.

AZIONE CATTOLICA ITALIANA
Presidenza del Vicariato di Este – Diocesi di Padova
www.azionecattolicaeste.it

 


Gennaio…mese dedicato alla Pace. E con Gennaio, ritornano le attività dell’ ACR. 

Attraverso lo slogan L’IMPORTANTE E’ PARTECIPARE, i ragazzi si immergono, a loro misura, in questo tema alto e fondamentale,che sviluppa il tema della democrazia e dei suoi processi di partecipazione.

Attenzione!!!! Novità nel giorno e nell’orario:  Sabato 7 gennaio dalle ore 15 in Patronato.

 

Vi aspettiamo numerosi

Gli educatori ACR